marted́ 9 dicembre 2008

A Cumiana, da un'idea dell'ex-assessore Boscolo
La prima biblioteca dei Comuni
Inaugurazione a settembre con volumi da tutta Italia

CUMIANA - Si chiama "I Comuni nel Comune di Cumiana" il progetto nato da un'idea dell'ex-assessore Loreno Boscolo e cominciato nel novembre 2005. Lo scopo è quello di creare a Cumiana una biblioteca tematica di tutti i Comuni italiani raccogliendone le pubblicazioni (gagliardetti, cartoline, manifesti, guide, eccetera) che parlino della storia, delle tradizioni e della vita locale.

Un enorme lavoro di ricerca per un progetto unico nel suo genere che si sta progressivamente realizzando: dal novembre 2005 al novembre 2007 i sindaci degli oltre 8.100 Comuni italiani, ma anche i presidenti di tutte le Province e le Regioni d'Italia, sono stati contattati per aderire al progetto e inviare al mittente qualcosa di concreto. Finora, più di 1.100 Comuni (il 15 per cento circa) hanno inviato volumi e pubblicazioni. Il materiale ricevuto è stato censito e documentato fotograficamente grazie alla collaborazione di Loretta Panseri e Alessio Giglio e sarà inserito sul sito Internet www.infocumiana.org entro marzo. Sul sito compariranno, regione per regione e provincia per provincia, tutti i Comuni italiani, con la possibilità di consultare il materiale disponibile presso la biblioteca dei Comuni.

«Ad aprile ricontatteremo tutti i sindaci che non hanno risposto al nostro invito e anche i Comuni che hanno risposto positivamente perché ci mandino altro materiale, così da far crescere ulteriormente il progetto», spiega il "padre" dell'iniziativa Boscolo. Lo scopo finale è possedere un documento per ogni Comune, consultabile sia fisicamente sia on line. Tutti i volumi ricevuti che ora giacciono in 65 scatoloni saranno suddivisi per regione e ospitati dal lungo corridoio del primo piano del palazzo municipale (l'inaugurazione di questa particolare biblioteca è fissata per settembre).

Intanto, continuano a piovere sulla scrivania del sindaco Costelli gli inviti di Comuni che hanno fatto propria l'iniziativa per instaurare rapporti di amicizia.

Francesco Faraudo